Google Home non sa chi è Gesù




Google Home, per chi non lo sapesse (io ho dovuto cercare), è uno di quegli aggeggi all’avanguardia stile Star Trek (spero di non offendere nessuno con questa affermazione!) che probabilmente, possibilmente o inevitabilmente, fate voi, invaderanno la nostra casa. Google Home infatti è un altoparlante grazie al quale comunicare, attraverso comandi vocali, con Google Assistant e interagire con diversi apparecchi in casa, tipo controllare la riproduzione di video o foto, oppure ricevere aggiornamenti di notizie o ascoltare musica. Come se non bastasse, è possibible anche un’interazione con gli apparecchi domestici (quelli intelligenti – intendo gli elettrodomestici).
L’apparecchio è molto tecnologico, ma sembra essere caduto, come si suol dire, “sulle basi”: sembra infatti che non possa essere d’aiuto per sapere chi è Gesù. Nessun problema con Buddha o Maometto. Solo con Gesù sembra avere qualche difficoltà.

Il problema è testimoniato dal seguente video pubblicato su Twitter, nel quale si sente l’utente chiedere chi sia Gesù e l’altoparlante rispondere “Non so come aiutarti in questo.”

Come si può immaginare, questo problema ha infastidito numeris utenti (probabilmente proprio quelli che non hanno problemi a sapere chi sia Gesù) che hanno accusato Google di censurare Gesù.




A seguito di questo incidente, la compagnia ha messo in stan-by tutte le questioni inerenti la religion e ha pubblicato un attestato su Twitter, nel quale si afferma che la non-risposta è dovuta al voler assicurare “rispetto” sull’argomento:

La ragione per cui Google Assistant non ha risosto alla domanda “Chi è Gesù?” o “Chi è Gesù Cristo” non è dovuta alla mancanza di rispetto, ma piuttosto al contrario. Alcune delle risposte fornite dall’Assistant vengono estratte dal web, e per certi argomenti, questo contenuto può essere vulnerabile a vandalismo e spam. Se il nostro sistema rileva tali circostanze, l’Assistant potrebbe non rispondere. Se simili vulnerabilità fosser rilevate per altre domande – incluse quelle riguardo altri leader religiosi – anche in quel caso l’Assistant potrebbe non rispondere. Stiamo esplorando diverse soluzioni e abbiamo temporaneamente disabilitato nell’Assistant le risposte riguardo a figure religiose.

Al momento, quindi, rigurdo a domande in tema religioso Google Home risponde: “La religione è complicata e sto ancora imparando.”

Secondo una ricerca di NPR e Edison, circa un americano su sei (quasi 39 milioni di persone) possiedono uno “smart speaker” attivato vocalmente. Gli utenti lo usano per trovre ristoranti e ditte, giocare, settare orari, controllare gli smart devices, inviare messaggi, ordinare musica e ascoltare musica o audiolibri. Metà degli utenti lo tiene in salotto, il 21% in cucina e il 19% nella stanza da letto principale. Circa il 66% degli utenti lo usa per intrattenere amici e parenti, principalmente ascoltando musica, e poi anche per pore questioni generali e controllare il meteo. Oltre a questo, lo smark speaker viene utilizzato per cercare o acquistare prodotti.

Fonti: IJR | The Christian Post | The Verge



Laura Silvestri

Liceo linguistico. Scienze della Comunicazione. Co-fondatrice di Myo Edizioni. Per l'etichetta gestisce l'intera parte grafica e le traduzioni.

Un pensiero riguardo “Google Home non sa chi è Gesù

Rispondi